.
Annunci online

corradoinblog
appunti sicuramente utili a me, a volte anche agli altri,


Home


8 gennaio 2013

Come nel 1994

Ho pppauraaaaaa, come direbbe Conte.

Tutti continuano a dare per scontato che il PD e i progressisti vincano – almeno alla Camera – queste elezioni. Io vedo però questi fatti.

Primo, la sicurezza di non avere avversari credibili a destra ha indotto i centristi a raccogliersi attorno a Monti per fare un terzo polo che diventi indispensabile come ago della bilancia. Esattamente come nel 1994, quando il Partito Popolare andò alle elezioni da solo, senza tenere conto di come funzionasse la legge elettorale di allora.

Secondo, la sicurezza di vincere, galvanizzati dall’effetto primarie, ha indotto in PD e la sua coalizione a lasciarsi classificare come “troppo a sinistra”. Del resto in qualche modo, è la sicurezza di vincere che ha fatto rifiutare in toto a un certo pezzo di militanti la proposta innovativa di Renzi. Esattamente come ai tempi della “gioiosa macchina da guerra” di Occhetto, e si sa come è finita.

Terzo, Berlusconi, che invece capisce sempre benissimo come funziona una legge elettorale (e infatti fu sconfitto solo l’unica volta nella quale per motivi oggettivi non poté fare alleanze “utili”), ha immediatamente raggiunto l’accordo con Grande Sud nel meridione, e con la Lega al Nord (includendo ovviamente anche tutti i piccoli o grandi spezzoni di fascismo che permangono in questo paese). Un accordo, tra l’altro, assai capace di recuperare voti e di sovvertire i sondaggi che, in tutto questo periodo lo davano in caduta libera per il semplice motivo che i suoi elettori non si dichiaravano disposti a votare.

Esattamente come nel 1994, con AN al Sud e la Lega al nord. Con l’aggravante che questa volta l’appello al voto “utile” è ancora più chiaro: il voto degli amici dei mafiosi al sud, il voto degli evasori fiscali (che sono tanti) al nord. E il solito voto delle casalinghe di Rete 4 dovunque.

Quarto, ci sono ben due nemici a sinistra, Ingroia e Grillo (e pensare che l’alleanza con Vendola doveva servire a non averne…). Voti sprecati al Senato, probabilmente. Ma l’esperienza insegna che l’elettore di sinistra italiano ha una gran passione a spaccare il capello in quattro e a non votare “utile” (mentre quegli altri, gli evasori e i mafiosi, votano sempre “utile”) e, quanti più partiti ci sono, tanto più il voto sarà disperso.

Morale: i miei amici illuministi riformisti che si sono imbarcati con Monti contribuiranno, assieme al conservatorismo un po’ arrogante della sinistra del PD e all’eterna teoria dei due forni praticata dal vecchio democristiano Casini, nella migliore delle ipotesi ad ottenere un risultato elettorale complicato e poco chiaro, foriero di probabile nuova instabilità. Nella peggiore, a una improbabile ma ormai non più impossibile ennesima vittoria della destra berlusconiana e leghista.

****

Per fortuna in politica nulla è deterministico, e molte cose possono succedere. Il mio accorato appello a tutti i miei compagni del PD è di tornare rapidamente al principio di realtà, smetterla con ridicole polemiche interne (le candidature, il listino e amenità varie) e, come ci stanno insegnando per fortuna Renzi e Bersani, darsi da fare in tutti i modi per scongiurare questo possibile orrendo film.

Con i terzisti in buona fede, con Ichino, con i miei amici de iMille di scuola montezemoliana, sono disperato. Ignorando la logica di una legge elettorale allucinante, per arroganza e incapacità di leggere il Paese reale, state rischiando di regalarlo alla destra. Che vi posso dire, speriamo che subiate una sonora sconfitta e ragioniate, finalmente, sul fatto che l’idea del PD come partito di sinistra plurale ed aperta, era l’unica idea possibile per fare vero riformismo in Italia. Da perseguire pur conoscendone gli immensi limiti, come ha fatto e sta facendo Matteo Renzi.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. partito democratico

permalink | inviato da corradoinblog il 8/1/2013 alle 14:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre        febbraio
 
 




blog letto 1772745 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Educazione civica
Le BeDe!
Cultura d'impresa?
Libri
Heimat e..
Europa
Tecniche
Sommari
Sion
Marx
Politiche
IX Municipio
Pillole

VAI A VEDERE

iMille, il blog dove scrivo le cose migliori
Musica e Memoria
Coordinamento Roma Ciclabile
Movimentofisso
Sul 77
Per non dimenticare
La mia sezione PD!
TSF Jazz Francia
Amici di Radio 3
Una comunità dell'Ulivo
Vecchie cose: Un isolato da 1,5Kw
Vecchie cose: manutenzione ambientale
Vecchie cose: Wikimille
Vecchie cose: Emenda il Manifesto del PD



Questo blog è on line dal 26 agosto 2004

Credits per la testatina: Vittorio Giardino, Igort, Lorenzo Mattotti


SE VUOI SCRIVERMI:
truffi.pd9[at]gmail.com


In lettura in questi giorni:
Dalla mia libreria:


Qualche pensiero a cui tengo:
Il consenso e le tasse
La politica della coda lunga
Lizzy
Fiaccole
Sion
Jazz o barocco?
Prioritarie 2006
Niente per amore

Orgoglio di padre 2
Titoli, sottotitoli e articoli
Zio Guido
Israele a Londra>
Orgoglio di padre

Licenza Creative Commons
I testi del blog sono sotto una Licenza Creative Commons
.

CERCA