.
Annunci online

corradoinblog
appunti sicuramente utili a me, a volte anche agli altri,


Home


13 febbraio 2008

L'atala rossa di Stalin

Come avevo raccontato qui, mi hanno rubato la mia vecchia e amata bici.
Il 9 febbraio, giorno del mio compleanno, mi sono regalato questa nuova Atala.



La marca è la stessa, e non è un caso. Anche se sono stato affascinato da una bellissima ibrida d'occasione trovata da Dechatlon, alla fine l'idea di non avere più una bici come quella di Nick Martello sarebbe stata deprimente.
Certo, la mia non è la mitica Atala rossa di Stalin di cui favoleggiava Daniele Panebarco (la mia, ahimè, è nera e argento come va di moda adesso). Ma è pur sempre una gloriosa e padana Atala. Solida, con il telaio di forma tradizionale, e la sola concessione del cambio Shimano, che trovare un Campagnolo su biciclette a medio prezzo è ormai impresa disperata.



*****
E così, anche grazie alla finalmente quasi terminata pista ciclabile della Cristoforo Colombo, che mi porta dalle Mura Aureliane fino alla Laurentina, sto andando al lavoro in bici, senza nemmeno più prendere la metropolitana.


12 settembre 2007

Come non fare una pista ciclabile

In questa mappa descrivo e commento il tratto della pista ciclabile appena aperta a Roma fra Porta Ardeatina e il Lungotevere (prima o poi, si connetterà da Porta Ardeatina all'altro tratto verso Fonte Meravigliosa...).

Un fulgido esempio di come non fare una pista ciclabile.

Un triste esempio di palese mancanza di fondi.

Un evidente esempio di una concezione della pista ciclabile come luogo per fare "la passeggiata" domenicale, e non come mezzo per rendere la bici, almeno per qualcuno, una possibile alternativa realistica al mezzo privato o al mezzo pubblico.

Perché le piste ciclabili dovrebbero essere progettate come fossero strade, per rendere appetibile il loro uso. E' noto che l'offerta di strade aumenta il traffico veicolare, peggiorando il problema. Come l'offerta di parcheggi in centro aumenta la congestione urbana. Allo stesso modo, strade per auto più strette, meno parcheggi, più rastrelliere e più piste ciclabili, farebbero crescere l'uso della bici.

Quasi tutti i giorni, faccio proprio quel tratto di strada in bicicletta, per poi prendere la metropolitana. Mi fa risparmiare almeno quaranta minuti di autobus fermo nella eterna fila di Porta Metronia. L'apertura della pista ciclabile mi aveva fatto immaginare un percorso più gradevole e meno pericoloso. In realtà, finirò per ricominciare a percorre la strada delle auto, come ho già visto fare ai non così rari ciclisti che, tutti i giorni, si ostinano a sfidare il traffico di Roma.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Bicicletta piste ciclabili

permalink | inviato da corradoinblog il 12/9/2007 alle 13:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Educazione civica
Le BeDe!
Cultura d'impresa?
Libri
Heimat e..
Europa
Tecniche
Sommari
Sion
Marx
Politiche
IX Municipio
Pillole

VAI A VEDERE

iMille, il blog dove scrivo le cose migliori
Musica e Memoria
Coordinamento Roma Ciclabile
Movimentofisso
Sul 77
Per non dimenticare
La mia sezione PD!
TSF Jazz Francia
Amici di Radio 3
Una comunità dell'Ulivo
Vecchie cose: Un isolato da 1,5Kw
Vecchie cose: manutenzione ambientale
Vecchie cose: Wikimille
Vecchie cose: Emenda il Manifesto del PD



Questo blog è on line dal 26 agosto 2004

Credits per la testatina: Vittorio Giardino, Igort, Lorenzo Mattotti


SE VUOI SCRIVERMI:
truffi.pd9[at]gmail.com


In lettura in questi giorni:
Dalla mia libreria:


Qualche pensiero a cui tengo:
Il consenso e le tasse
La politica della coda lunga
Lizzy
Fiaccole
Sion
Jazz o barocco?
Prioritarie 2006
Niente per amore

Orgoglio di padre 2
Titoli, sottotitoli e articoli
Zio Guido
Israele a Londra>
Orgoglio di padre

Licenza Creative Commons
I testi del blog sono sotto una Licenza Creative Commons
.

CERCA