.
Annunci online

corradoinblog
appunti sicuramente utili a me, a volte anche agli altri,


Home


3 aprile 2011

Cassa integrazione e rischio d'impresa

La mia azienda usa da tempo la cassa integrazione, e non è certo la sola a farlo. Usare la cassa integrazione significa, di fatto, quanto segue: chiedi di mandare in cassa a zero ore o a percentuale un 150 lavoratori. Contratti con il sindacato e ti accordi su un massimo di 100 di cui 30 al 100% e il resto fra il 30% e il 70%. Poi mandi in cassa 20 persone al 100% e altre 30 a percentuali variabili. Durante il periodo di cassa, se hai problemi mandi di quando in quando qualcun’altro in cassa (tanto hai concordato un numero maggiore del necessario), oppure richiami velocemente qualcuno, se ti parte una commessa imprevista.

In pratica, scarichi integralmente il tuo rischio di impresa, la tua necessità di programmare e prevedere il business, sulle casse dell’INPS e, in parte, sui lavoratori.


Un meccanismo molto comodo per le imprese, che viene concesso non a caso con larghezza. Un meccanismo che deresponsabilizza l’impresa e gli consente tra l’altro di non rischiare di perdere risorse preziose in caso di crisi temporanea, come sarebbe invece costretta a fare se fosse possibile licenziare ma se, contemporaneamente, ci fossero sussidi di disoccupazione e servizi all’impiego degni di un paese civile.


Perché la cassa è la croce e delizia di noi lavoratori garantiti a tempo indeterminato. Ed è ciò che drena risorse impedendo di impostare un vero welfare per il lavoro. Aiutando per di più le imprese a non essere responsabili e a non pianificare il proprio sviluppo.

sfoglia     marzo        maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Educazione civica
Le BeDe!
Cultura d'impresa?
Libri
Heimat e..
Europa
Tecniche
Sommari
Sion
Marx
Politiche
IX Municipio
Pillole

VAI A VEDERE

iMille, il blog dove scrivo le cose migliori
Musica e Memoria
Coordinamento Roma Ciclabile
Movimentofisso
Sul 77
Per non dimenticare
La mia sezione PD!
TSF Jazz Francia
Amici di Radio 3
Una comunità dell'Ulivo
Vecchie cose: Un isolato da 1,5Kw
Vecchie cose: manutenzione ambientale
Vecchie cose: Wikimille
Vecchie cose: Emenda il Manifesto del PD



Questo blog è on line dal 26 agosto 2004

Credits per la testatina: Vittorio Giardino, Igort, Lorenzo Mattotti


SE VUOI SCRIVERMI:
truffi.pd9[at]gmail.com


In lettura in questi giorni:
Dalla mia libreria:


Qualche pensiero a cui tengo:
Il consenso e le tasse
La politica della coda lunga
Lizzy
Fiaccole
Sion
Jazz o barocco?
Prioritarie 2006
Niente per amore

Orgoglio di padre 2
Titoli, sottotitoli e articoli
Zio Guido
Israele a Londra>
Orgoglio di padre

Licenza Creative Commons
I testi del blog sono sotto una Licenza Creative Commons
.

CERCA