.
Annunci online

corradoinblog
appunti sicuramente utili a me, a volte anche agli altri,


Diario


20 marzo 2014

Noi Euro - per chi se lo fosse perso

Poco tempo fa #iMilleMag hanno pubblicato un bello speciale sull'Europa, NOI EURO. Per chi se lo fosse perso, riporto qui l'elenco degli articoli con relativi link (incluso il mio modesto contributo). Buona lettura!

Lorenzo Gasparrini, Per un'Europa dei diritti

Emidio Picariello, La mia Europa, vista dallaProvincia

Filippo Zuliani, Energia: Europa o non Europa

Lorenzo Piersantelli, Corruzione e politicheanticorruzione in Europa

Manuela Sammarco, I cicli scolastici in Italia e inEuropa

Francesco Malfatti, La generazione Erasmus

Corrado Truffi, Un servizio civile per un'Europacivile

Giovanni Susta, L'Europa fra popoli e populismi

Luciano Canova: Eurobond risorgimentali

Marco Simoni, Il cuore dell'Euro

Simona Milio, Il futuro delle politiche dicoesione

Raoul Minetti e Alessandro Giovannini, L'Unione bancaria europea

Emanuela Marchiafava, Itinerari culturali del Consigliod'Europa

Federico Geremei, Europa in conto capitale (dellacultura)

Irene Tinagli, Noi Euro, introduzioneallo speciale


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. iMille

permalink | inviato da corradoinblog il 20/3/2014 alle 8:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


19 marzo 2012

Quattro mesi

Sono passati quattro mesi dell'ultimo post in questo blog. I miei pochi lettori saranno nel frattempo spariti e quindi ora scrivo più che altro a me stesso.
Ho smesso per mancanza di tempo e per la presa d'atto della naturale usura dello strumento blog. Come temevo, il rullo infernale di Facebook si sta mangiando tutto, in un confuso vociare far "amici". E twitter ha fatto il resto.
E troppi scrivono, e mi piace leggerli e questo ruba il tempo alla mia scrittura.

Però mi dispiace lasciare un posto che curo dal lontano 2004 e, quindi, finché il cannocchiale - incredibilmente - continuerà ad esistere, capiterà che di quando in quando appunti qualche pensierino della sera qui. 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog twitter facebook corrado truffi

permalink | inviato da corradoinblog il 19/3/2012 alle 21:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 ottobre 2011

Jobs


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Apple

permalink | inviato da corradoinblog il 6/10/2011 alle 12:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


19 maggio 2011

Rieccomi

E' da prima di Pasqua che non aggiorno questo blog. Nel frattempo ho scritto due pezzi importanti sulla solita questione dell'energia, in compagnia di Filippo. Li trovate su iMille e su ilPost.

Ho avuto da fare.
E in genere, mi sembra meglio scrivere quando si hanno cose almeno un po' nuove da dire.
Comunque, il blog non chiude, per la felicità dei miei 25 lettori.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Blog

permalink | inviato da corradoinblog il 19/5/2011 alle 23:0 | Versione per la stampa


19 maggio 2010

Clara Palomba

in questo articolo http://www.ilpost.it/2010/05/19/clara-palomba-diabete-antroposofia/ e in tutti i suoi link c'è tutto sulla triste Italia.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Scienza

permalink | inviato da corradoinblog il 19/5/2010 alle 14:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 aprile 2010

C'è o non c'è speranza? (per il 25 aprile)

Normale dialogo tra colleghi, alla notizia di un furto in casa. 


Colleghi che, chi più chi meno, si dichiarano tutti antiberlusconiani.


Gli zingari, i romeni. E se li prendi e li corchi di botte o li ammazzi è colpa tua. E i carabinieri manco prendono le denunce, che è troppo lavoro. E se becchi uno zingarello in casa, la prima cosa che ti dicono è "l'hai toccato?", perché se l'hai toccato sono dolori. Anche a casa tua....


Leggo della festa della liberazione a Fossoli, del concerto a Carpi, dei giovani iscritti all'Anpi. Capire davvero quella storia vuol dire avere gli strumenti per sorvegliare il proprio pensiero, la propria ira da "padroni in casa propria". Insomma avere la capacità di combattere il leghista che c'è in ciascuno di noi.


Ma quanti leghisti ormai ci sono, anche qui a Roma, anche nel sud?



24 marzo 2010

Function Point

Calcolare i Function Point di una serie di modifiche software è una attività talmente straniante che si riesce a fare solo se ci si prendono delle piccole pause di quando in quando. Eccole qua:


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Link

permalink | inviato da corradoinblog il 24/3/2010 alle 17:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


17 febbraio 2010

Copenaghen in Lombardia

Il 20 febbraio sono a Pavia, a perorare la causa dell'energia sostenibile.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Pavia iMille Copenaghen Ambiente

permalink | inviato da corradoinblog il 17/2/2010 alle 0:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 gennaio 2010

1975

Rovistando tra i libri ho trovato questo. Davvero, sono sempre io.




Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Federazione Giovanile Comunista Italiana

permalink | inviato da corradoinblog il 20/1/2010 alle 23:14 | Versione per la stampa


24 novembre 2009

Endorsement

Assorbito da altre letture più professionali, ad esempio i blog che si occupano di energia e ambiente, spesso dimentico di leggere il blog di Giovanni. Poi, quando trovo un attimo e ci capito, recupero in una volta sola quasi tutto quanto scrive - non tutto, non ce la faccio e me ne dispiace.
Ed ogni volta penso che c'è davvero del genio nel suo pensare collaterale.
Leggetevi almeno questo divertentissimo aneddoto, e questa geniale dimostrazione di ateismo. E poi dite se non pensate, come me, che sarebbe più che giusto che un editore serio si decidesse a pubblicargli il libro che ha scritto.


PS: considerando che lui, a giudicare dai commenti ai suoi post, ha almeno un migliaio di lettori, e io ne ho a malapena una ventina, il mio endorsement non ha molto senso. Diciamo che è un complimento fatto da un signore di mezza età a uno che potrebbe essere suo figlio eppure ti tratta come un amico.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giovanni fontana

permalink | inviato da corradoinblog il 24/11/2009 alle 21:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


5 novembre 2009

Link for 2009-11-05



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. storia religioni 90 secondi

permalink | inviato da corradoinblog il 5/11/2009 alle 13:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


3 aprile 2009

Link for 2009-04-03

  • Vecchie regole per un nuovo gioco: il problema in fondo è semplice. Quanto deve durare il copyright? Se, per dire, quei ridicoli gargarozzoni provenienti dall'800 che sono gli editori si accontentassero di diritti di 5 o 10 anni (più che sufficienti per farsi ricchi), si potrebbe pure accettare una legge del genere...
  • La barzelletta del negazionismo climatico trasformato in politica dalla destra più squallida del pianeta. E pensare che i conservatori inglesi, per dire, incalzano su questi temi "da sinistra" i laburisti inglesi (da sinistra secondo la logica perversa dei nostri squallidi parlamentari PDL).
  • Il mio circolo PD si è imbizzarrito: davvero, questa storia dell'elezione dei coordinatori di Municipio stava diventando insopportabile.
  • Anche se chi lo dice è un catastrofista di professione, ed io non lo sono affatto, questa sintesi dei problemi mondiali è davvero geniale:
Ho trascorso il weekend all'Aspen Institute Environmental Forum, dedicato imparzialmente al fiasco energetico e climatico. E' stata scioccante la convinzione dei presenti -inclusi esperti scientifici e governativi su clima ed energia- che il problema energetico si riassume nel trovare altri modi per far andare le automobili. L'assunto che noi tutti dobbiamo restare dipendenti dalla mobilità automobilistica rimane assolutamente granitico tra tutti costoro, che dovrebbero invece saperla lunga. E' frustrante trovare tanta idiozia tra questa particolare elite.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. CopyRight PD Clima Idiozia

permalink | inviato da corradoinblog il 3/4/2009 alle 13:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


28 febbraio 2009

Triangolazioni nucleari

Il mio post sul nucleare berlusconiano sul blog de iMille ha generato una interessante triangolazione. Francesco Costa, nel notare come l'unico argomento debole contro il nuovo nucleare sia proprio la supposta intoccabilità del referendum, ha citato il post di Filippo sullo stesso tema. Il risultato è stato che il gentile e preparato Billy Pilgrim mi ha contestato punto per punto. L'esito della discussione lo trovate qui.

Poi dice che i blog non servono ad aprire le menti ed allargare le discussioni. Su Facebook, con il limite strutturale degli "amici", una cosa del genere, ossia una libera e proficua discussione fra persone con opinioni radicalmente diverse, non sarebbe mai potuta accadere.

PS: Segnalo anche qui una corretta disamina, segnalata nei commenti al mio post su iMille.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Nucelare Blog Discutere

permalink | inviato da corradoinblog il 28/2/2009 alle 9:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 dicembre 2008

Un pensiero lungo

Una volta ogni tanto, credo faccia bene allontanarsi dalla politica quotidiana e guardare un po' più lontano.

Consiglio allora a tutti, e in particolare agli economisti, la lettura di questo pur lunghissimo (ma appassionante) post. Perché ci parla davvero del nostro futuro, e di come dovremmo cominciare a pensarlo.

Buona lettura:



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Ugo Bardi Rinnovabili Futuro EROEI

permalink | inviato da corradoinblog il 3/12/2008 alle 12:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 ottobre 2008

La grande occasione

Qui si discute di 20-20-20 (con qualche giorno di ritardo dalle notizie che mi hanno stimolato questa ennesima riflessione sul futuro energetico e climatico). Per chi interessa, ci sarà a breve una seconda puntata. Sempre da iMille.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Energia Clima Europa 20-20-20

permalink | inviato da corradoinblog il 24/10/2008 alle 22:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


20 ottobre 2008

Tre post da leggere

  • Luca De Biase riflette sul capitalismo e sul mercato, partendo da un libro, dall'Economist e da Braudel. Ci sarebbe bisogno che questa capacità di riflessione arrivasse un po' più lontano del suo pur molto letto blog.


24 settembre 2008

Leggere, pleaseeeeee

Qualche giorno fa notavo come la comunicazione della destra usasse rigorosamente una logica binaria. Michele Serra, da par suo, sembra quasi completare il mio ragionamento chiarendo cosa c'è dietro la semplificazione dei messaggi di destra, e la complicazione di quelli di sinistra.




permalink | inviato da corradoinblog il 24/9/2008 alle 17:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


18 settembre 2008

Assenze

Bene, eccomi qua. L'ultimo post pubblicato su questo blog è del 1 settembre. Tuttavia, a guardare GoogleAnalytics, qualcuno continua a curiosare da queste parti, forse perché in questi giorni ho sparso commenti qua e là per la blogosfera, o forse per questo post di Beppe che, nello scusarsi per non aver potuto partecipare alla tavola rotonda di Ferrara, ha scritto uno dei suoi periodici feroci attacchi al PD.

Leggere e scrivere
Ho avuto da fare, semplicemente. Troppo lavoro e troppo in fretta, come racconto qui . E il poco tempo che è restato, ho preferito dedicarlo a leggere i blog altrui, piuttosto che a scrivere. Se no, finisce che tutti si scrive ma nessuno legge e medita ciò che si scrive.

Il groviglio
Non provo nemmeno a districare il groviglio politico economico energetico di questi giorni. Molti ne scrivono, io non credo di avere idee più brillanti o migliori. Vorrei solo osservare due cose, e consegnare qualche link per chi vuole approfondire.

Europa, Georgia, Gas, Petrolio, Caravita e Spinelli
La prima cosa riguarda il mio amico Beppe. Mi riprometto di rispondere in modo più completo alle molte e furibonde cose che va scrivendo sul mio partito, ma per ora mi limito a dire che la sua valutazione sulla posizione del PD nella vicenda Russia/Georgia (a proposito, sembra già tutto sparito dai media....), in chiave petrolifera ed energetica, è decisamente sballata. Non perché ovviamente il PD, esattamente come tutte le forze politiche europee, non abbia tenuto conto anche di questi aspetti. Ma perché, come spiega mirabilmente Barbara Spinelli, sia per motivi concretamente politici, sia per l'essenza stessa dell'Europa, una volta tanto la politica europea verso la Russia è stata una netta ed evidente vittoria. E il PD, semplicemente, aveva la stessa posizione della maggioranza dei governi europei. Che Berlusconi si sia accodato a tali posizioni, essendo lui per definizione "amico di tutti" e ovviamente dell'"amico Putin", è poco più di un accidente della storia.

Chi parla della crisi (e chi non ne parla)
Ne parla con competenza tecnica ma un po' troppo aplomb Giancarlo Bruno sulla nuova Unità (davvero già migliore, devo dire) e sul blog de iMille.
Ne parla, sempre su L'Unità, Marco Simoni con un abbozzo di proposta politica, che non ha mancato di generare un acceso dibattito nei commenti nel medesimo blog de iMille.
Ne parla, con toni nemmeno tanto apocalittici, Pietro Cambi, che ci trova un interessante e non ovvio link con la improvvisa riduzione del prezzo del petrolio. Occorre ammettere che Pietro Cambi e Debora Billi, al pari dell'altra cassandra Beppe Caravita, avevano assai più di altri, e in tempi non sospetti, previsto l'entità e la gravità della crisi dei mutui che si profilava.
Ne parla un blogger che non conoscevo, Uriel, citato da Debora, proponendo una spiegazione un filo semplicistica (precariato = rischio = crisi dei mutui), ma certo stimolante e non priva di un fondo di verità.
Ne parla Tremonti nell'intervistona al Corriere, dove continua la conversione anticapitalista del nostro, che fa giustamente ridere amaro lameduck, la quale con questa frase mette la giusta pietra tombale sulla credibilità di certe affermazioni:
"Certo è stupefacente che, in un governo dove tutti, anche le ministre, hanno vigorose erezioni da Cialis pensando alla signora Thatcher e a Milton Friedman, vi sia qualcuno di non poca importanza che dica che il crollo delle banche d'affari è colpa della globalizzazione, cioè della conseguenza di quella neoplasia capitalistica che è stato il neoliberismo."
E, tuttavia, la poca credibilità di Tremonti per noi "che la sappiamo lunga" non toglie che almeno lui prova ad esprimere delle idee, a dare una immediata risposta, ad indicare una linea di comportamento, insomma a spiegare e a governare.
I nostri leader, massimi o meno massimi, invece, brillano per il silenzio, o per dichiarazioni generiche di pura propaganda. Le uniche voci appena più chiare sono, appunto, voci quasi "tecniche" come quella di Marco Simoni o di Silvano Andriani. Ma una parola, l'indicazione di una direzione da prendere, di una prospettiva, dai nostri grandi strateghi, da Veltroni, da D'Alema, dai ministri ombra?

Tremonti parla di ritorno dello stato e della spesa pubblica nelle grandi opere. Non sarebbe ora di dire che, forse, si potrebbe approfittare di questo grande freddo economico e della probabile fine dell'impero americano non per fare grandi opere più o meno inutili ma piuttosto per provare finalmente a cambiare paradigma, a non restare ogni volta impiccati all'ossessione della crescita? Per investire in un nuovo mondo davvero sostenibile, in cui ci possa essere da fare per tutti anche quando il PIL scende o cresce poco...

No, noi siamo li a dare risposte piccine mentre quello le spara sempre più grosse, e la credibilità, in questi tempi di ferro e di paura, non può che andare sotto zero...




permalink | inviato da corradoinblog il 18/9/2008 alle 23:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


29 agosto 2008

Links for 2008-08-29

Ecco qua una bella lista di cose da leggere in rete:
  • Il post di Luca sul modo di intendere la felicità, che, traendo spunto dai commenti a un precedente post, propone una geniale tabellina.
  • Tutte le ultime cose scritte da Ugo Bardi, a cui evidentemente il mese di agosto fa bene alla creatività. Le trovate qui, ma anche qui. Sono opinioni da discutere, e in particolare la sua visione dei commons non mi convince del tutto. Però la sintesi della storia del mondo in termini di EROEI, con ciò che comporta vedere le cose in quei termini, è davvero importante e dovrebbe far riflettere un po' tutti. Consiglio sopratutto il lungo ma illuminante post sulla spigolatura dei rifiuti: un approccio ahimé realistico ad un problema davvero strutturale della società industriale.
  • Il diario da Denver di Federica Mogherini. Si vede che è troppo coinvolta ed emozionata dalla situazione e da Obama, ma scriive molte cose interessanti anche per noi qui in Italia. Speriamo che la nuova (finta, a mio giudizio) guerra fredda non scateni i soliti riflessi condizionati guerrafondai e non faccai perdere all'America e al mondo l'occasione Obama...
  • Il post ispirato e triste di Umberto su uno dei miei film cult.
  • Pendodeliri che sintetizza l'inutilità della TV all'epoca della web TV, proprio nel giorno in cui a casa mia una piccola scheda USB Pinnacle attaccata a un portatile ha dimostrato di poter sostituire tutti i vari ammenicoli, decoder e compagnie cantanti.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. EROEI rifiuti TV Obama Rublev

permalink | inviato da corradoinblog il 29/8/2008 alle 12:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


15 luglio 2008

Link arretrati

Dopo la tre giorni de iMille, ho passato qualche ora in letture varie. Per ora, è troppo complicato raccontare davvero l'assemblea e le belle persone che ho incontrato. Peraltro, Civati ci è riuscito benissimo, e basta leggerlo. E se si ha sufficiente tempo e ampie dosi di masochismo, il video è comunque tutto in linea, inclusi i miei interventi, su Radio Radicale.
Preferisco invece fare un riassunto dei post precedenti, insomma di ciò che mi è sembrato ci sia di interessante in rete in questio giorni:
  • Luca De Biase fa il miglior commento possibile sull'ultima castroneria berlusconiana in fatto di prezzi del petrolio. Ciò che è triste, è che mi sembra che la cosa sia passata sotto silenzio. Ma vista la qualità deprimente del giornalismo italiano, la cosa non stupisce.
  • Debora invece fa qualche banale conticino su un'altra incredibile sparata berlusconiana, quella della costruzione di 1000 (mille!) centrali nucleari nel priossimo futuro: un fulgido esempio della ridicola supponenza dell'omino che ci governa.
  • Alberto fa un uno - due riflessivo sulla faccenda dell'8 luglio di Piazza Navona e di come fare opposizione.
  • Pierluigi parla in modo vagamente ottimista, e invece secondo me profondamente deprimente, della nuova classe dirigente del PD e del ricambio generazionale. Poi, ieri, da non giustizialista, scrive una cosa inconfutabile sulla triste vicenda di del Turco.
  • Terenzio Longobardi ci ricorda Berlinguer come precursore di un approccio ecologico allo sviluppo. Non è una novità assoluta, ma fa piacere ricordarlo.
  • I giovani economisti di Theye scrivono una lettera appello contro la speculazione sui mercati degli alimenti, sicuramente giusta anche se da non prendere in modo "tremontiano". A tal proposito, la precisa sintesi del dibattito sul picco del prezzo o della quantità di petrolio, sempre su Aspo Italia, assieme al post di qualche giorno fa di Beppe sul tema, servono a inquadrare corettamente la faccenda.
  • Per sapere tutto, ma prioprio tutto sull'iPhone in Italia, e sull'iPhone in generale, basta leggersi i post di Suz.

Infine, un saluto e un abbraccio a Giovanni che, subito dopo l'assembela de iMille, ci lascia per un periodo indeterminato di volontariato in Palestina, e ne scriverà - spero - qui.


10 luglio 2008

Da domani sono qui

All'assemblea de iMille, inevitabilmente


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. iMille Partito Democratico

permalink | inviato da corradoinblog il 10/7/2008 alle 14:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


27 giugno 2008

Nuova forma. Nuovi contenuti?

Visto che pure Luca ha rifatto l'aspetto del suo noto blog, anch'io non potevo certo esimermi da cotanta sfida.
Ecco dunque la nuova veste, molto più pulita, e che include finalmente anche l'inevitabile (e del tutto inutile) tag cloud.

Chissà se a quest'ansia di ri-formare i blog (pochi giorni fa ci è passato pure suzuikimaruti) corrisponda altrettanta ansia di migliorarne i contenuti, oppure se stiamo diventano un po' tutti degli esteti...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. blog contenuto forma

permalink | inviato da corradoinblog il 27/6/2008 alle 14:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


28 aprile 2008

Impallinati

Rutelli perde e Zingaretti vince. E vedrete che anche i Municipi di Roma saranno a larga maggioranza a sinistra (già 10 su 19 al primo turno). Il ché significa solo che Rutelli era il candidato sbagliato. Era banale immaginare che si dovesse presentare un NUOVO candidato.
Ora scatterà il trappolone di D'Alema. Prima ha costretto Veltroni a candidarsi per salvare la patria, poi è stato ben contento dell'errore del candidato Rutelli  a Roma, ora lo impallinerà accusandolo anche di questo (e questa volta giustamente), farà fuori l'alleanza con di Pietro e proverà ridicoli inciuci con l'UDC, mentre farà grandi ponti d'oro alla sinistra arcobaleno, facendogli credere che con lui si riuscirà davvero a fare il grande partito della sinistra.

Ah, sapete perché hanno presentato Rutelli? Perché visti i bilancini interni DS Margherita non potevano presentare Zingaretti al Comune (ex DS), che avrebbe vinto, dato che toccava a un margherito, e Gasbarra non voleva e gli altri margheriti di Roma erano impresentabili.
Ma la cosa più deprimente è la totale mancanza di contatto con la realtà di un gruppo dirigente (tutto, da Veltroni in giù) che pensa di vincere a Roma con un Rutelli ormai odiato dai romani (a parte le leggende metropolitane sulla STA...). Bastava chiedere a qualsiasi militante di base di qualsiasi sezione cosa ne pensasse, chiunque ti avrebbe detto che era un autogol.
Non sapete quanta fatica ho fatto in campagna elettorale, quanto ho faticato a convincere che Rutelli però è bravo come sindaco, è un grande organizzatore, ecc. (ed è pure vero, ma non conta...). Il post qui sotto lo testimonia, del resto...

Uaho


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. rutelli veltroni fine

permalink | inviato da corradoinblog il 28/4/2008 alle 16:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


1 aprile 2008

Aperitivo democratico. Post di servizio

Con il Partito Democratico del IX Municipio per ridare fiducia, serenità, sicurezza all'Italia e a Roma.

Conosciamoci meglio!
Per condividere idee, progetti, proposte per la nostra città ed il nostro quartiere i candidati al consiglio municipale Alessandra Sacchi e Corrado Truffi saranno lieti di incontrarti durante un aperitivo assieme a Massimo Brutti (capolista PD al Comune di Roma) e Massimiliano Massimiliani (candidato PD alla Provincia di Roma).


Mercoledì 2 aprile 2008

dalle ore 18,30

presso  "ART THE'"

Piazza dell'Alberone, 13bis



Vi aspettiamo!!

Alessandra e Corrado


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. IX Municipio

permalink | inviato da corradoinblog il 1/4/2008 alle 22:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


27 marzo 2008

Links for 2008-27-03

  • Ho fatto qualche riflessione a margine del Circolo on line Obama del PD e della conversazione in rete: si può leggere qui
  • Nel frattempo, questa notte la 111^ Provincia sarà in videochat con Veltroni
  • Sempre attorno alla rete, Luca De Biase svolge acute riflessioni sulla conversazione dei blogger; come spesso accade,. condivido e scopro che stavamo facendo quasi pensieri paralleli
  • Sempre Luca merita un'altra citazione, perché la sua riflessione sul pessimismo giovanile e il futuro è davvero illuminante.


12 marzo 2008

Candidarsi

Come si può leggere qui, questi prossimi giorni, fino al 13 aprile, assumeranno per me un sapore un po' particolare. Candidarsi, sia pure per un consiglio municipale, e senza grandissime probabilità di successo (mai dire mai, però...corro per vincere, come quasi tutti), è un impegno, una fatica, una scommessa. E' smettere di stare in seconda linea, e metterci la faccia.
Quindi, nei prossimi giorni questo blog cambierà un poco tono e funzionamento. E proverà a concentrarsi su due cose fra loro distinte:
  • il racconto della mia piccola campagna elettorale, sia come cronaca che, soprattutto, per raccogliere qui le idee che mi piacerebbe vedere realizzate nel IX Municipio di Roma;
  • idee e riflessioni sulla partecipazione politica on line.
La politica on line, mi direte, non c'entra niente con la politica del territorio. Eppure, mi sembra che la mia candidatura sia - molto molto modestamente:) - la dimostrazione che c'è eccome, o almeno ci può essere, un rapporto fra virtuale e reale, fra rete e territorio. Se non altro perché se non avessi (ri)cominciato a fare politica qui in rete, non avrei nemmeno mai lontanamente pensato di provare a candidarmi. 


21 febbraio 2008

Due segnalazioni

  1. Ho scritto un concettoso pezzo sulla politica in rete. Per chi interessa il genere, è qui. Ritengo di avere ragione, e di avere idee, e che qualcuno "in alto" dovrebbe ascoltare ed usare la mia competenza. Ugh, ho detto: qualche volta un po' di autoesaltazione non guasta!
  2. E' nato il primo circolo on line del PD. Mi sono pre-iscritto, anche se c'è un po' di confusione statutaria. Ciò che è interessante è che nel social software del circolo già si sta discutendo di tutto, fra forum e post sui blog degli iscritti: un fermento di idee e proposte, e molti nomi da lanciare come candidati al Parlamento, in occasione delle imminenti consultazioni nei circoli del PD. Primo tra tutti Ivan Scalfarotto, e poi anche Beppe Civati, Sandra Savaglio, Cristiana Alicata, Roberto Saviano, Marta Meo.


19 gennaio 2008

Ladri di biciclette



Ho raccontato una storia su Pennarossa. Una volta tanto, una storia piuttosto privata.


14 gennaio 2008

Fra passato e futuro



L'intensità dei giorni più recenti mi ha fatto abbandonare un po questo posto. Ora, almeno, provo ad appuntare le cose più importanti.

  • Prima di tutto, è davvero valsa la pena di organizzare l'incontro con Ivan Scalfarotto al circolo Alberone del PD. Il bello di quella serata (va be, ho organizzato il tutto e ho parlato anch'io, non dovrei lodarmi, ma qui mi riferisco a Ivan, più che altro, e all'impagabile Daniele ), è proprio, ancora una volta, la percezione che il PD è un luogo, finalmente, dalle porte aperte, dove entrano persone non solo giovani anagraficamente, ma anche e soprattutto diverse, che aprono prospettive nuove per il futuro. Qui si trovano altre foto dell'evento e qui è pubblicata la presentazione che abbiamo fatto Daniele ed io. Dalla bella discussione serale, tra l'altro, viene anche qualche speranza concreta che il mio pallino del sistema per la partecipazione potrà diventare, passo passo, qualcosa di reale. E sono contento che Valerio sia tornato attivo e possa interloquire con noi Mille.
  • La serata è finita a festeggiare il secondo compleanno di Pennarossa , in un pub dalle parti di Acca Larenzia. Per arrivarci, siamo passati davanti al mio ex Liceo XXIII (che ora non esiste più). Sono trent'anni dalla strage, e sono più di trent'anni da quando frequentavo il liceo. Solo qualche giorno fa, a casa di mia madre, ho ritrovato miei vecchi diari di ragazzo, in cui raccontavo anche degli scontri e dei fascisti. Che erano davvero fascisti e violenti, e che fa tristezza vedere oggi celebrati sui manifesti come eroi della libertà. Ma che sono morti, nel caso di quella strage, per mano di "comunisti" altrettanto se non più delinquenti e violenti.
  • Ma il passato che ricordo, gli anni settanta che mi appartengono, non è affatto quello - e infatti, sinceramente, non ricordavo granché di scontri e violenze cui, pure, qualche volta ho assistito. Il passato che ricordo è, molto di più, per fare un esempio, quello di Radio Dieci Antenna Democratica (che nome tremendo, vero?), la radio libera dove ho lavorato e di cui, sempre grazie ai ritrovamenti di carte da mia madre, ho reso ampia e circostanziata testimonianza su musicaememoria . Un passato molto più pieno di futuro e di speranza di quello cupo della violenza. Qualcosa che è possibile collegare allo stesso filo che ci spinge oggi a fare politica.
  • Lo stesso filo, credo, che spiega il bel post di Luca su Soru: dove si vede quanti aspetti di civiltà possano venire fuori da una vicenda assai triste del presente.
  • Tornando a Pennarossa, un post di Maria Cascella ha generato un thread impressionante nel quale rotafixa e Alberto Biraghi hanno, in sostanza, propugnato una a mio giudizio ingenua e velleitaria strategia del  buon comportamento individuale per cambiare/salvare il mondo: uso la bici, riciclo, faccio consumo critico, e diffondo il verbo fra i miei conoscenti, e progressivamente smonto l'attuale orrendo sistema. Ho litigato discusso vivacemente con loro. Per chi è curioso, i commenti essenziali a seguire il tutto sono #22, #23, #25, #62, #63, #64, #66, #68, #75, #77. Per parte mia, la cosa cui tengo di più l'ho detta così:
Alberto, sposo completamente il virgolettato nel primo capoverso del tuo #68. Perché è quello che mi provo a fare tutti i giorni con tutti. Incluso convincere l'amico pendolare a usare comunque il treno, suggerirgli, come ho fatto, a farsi i pannelli termici per ridurre i regali che fa alla liquigas (da quelle parti, pensa te, non hanno nemmeno il metano - ognuno la sua bombola o il gasolio...).
Però, resto convintissimo che solo una visione davvero semplificata della storia del mondo ti possa portare a pensare che questa strategia del comportamento individuale possa cambiare il mondo. Poi, puoi decidere che sia meglio lavorare nella sinistra arcobaleno invece che nel PD, o fare il tuo partito, o provare a fare la rivoluzione...Su questo non discuto perché ormai è chiaro che hai introiettato una sfiducia totale, e quindi non c'è verso. Ma come puoi credere che agendo dal basso con le azioni individuali si riescano ad ottenere miracoli come nuove e diverse infrastrutture di trasporto pubblico, telelavoro e dematerializzazione, o gli investimenti colossali che servirebbero per sviluppare davvero bene le rinnovabili, a cominciare in Italia dal geotermico? (se interessa, consiglio di rileggere Beppe, che tu Alberto credo conosca bene, su quanta organizzazione e quanta politica e quanta scienza serva per cambiare il mondo...)
  • Infine, visto che il futuro del PD passa anche per il suo modo di essere laico, un doveroso link alla lettera appello promossa da Gianni Cuperlo.


22 dicembre 2007

Vacanze, e note sparse

Domani mattina parto per la montagna, quindi sarò scollegato. Niente post fino a gennaio. Auguri a tutti i miei numerosissimi (!) e affezionati lettori.
E ora, alcune note sparse:
  • Sollecitato, ho ripreso a scrivere sul mio Doppio Diario, dove ero uso, fino a poco tempo fa, raccontare peripezie di lavoro o di vita privata. L'ultima peripezia ha a che fare con la semplificazione della vita quotidiana, potenzialmente consentita da internet. Quello che mi è successo nei giorni scorsi dimostra che c'è molta strada da fare. E dimostra che la proliferazione dei login e password sta diventando un problema da risolvere con una certa urgenza, se non si vuole che un sistema teoricamente utilissimo si incarti irrimediabilmente su se stesso. Quello che servirebbe, è un modo per gestire in modo sicuro e con privacy garantita un'unica identità digitale, da usare in tutte le transazioni e in tutte le interazioni in rete - o, almeno, in quelle "ufficiali". Forse, anche qui, tanto per cambiare, serve un intervento lungimirante della mano pubblica...
  • Sarà forse l'incipiente influenza, beccata ovviamente appena inziate le vacanze natalizie, ma mi sento piuttosto depresso circa l'andamento della costruzione del PD. Non tutto è perduto, e vorrei ritrovare la grinta di Ivan che dice molto molto bene perché non bisogna mollare. Però certamente, confrontare la bozza di statuto uscita dalla riunione di redazione del 14 con quella uscita il 17, è piuttosto deprimente per chi come me ha lavorato direttamente alle tre proposte de iMille. Di quelle tre proposte, tutte incluse nella bozza del 14, in quella nuova non vi è più traccia. In compenso, certo, l'abile Vassallo ha costruito un pacchetto che, trasformando il Congresso in Convenzione, e legando la convenzione al processo di elezione diretta da parte di tutti i sostenitori di segretario e assemblea nazionale, riesce a contentare nominalmente gli appassionati di congressi e correnti, salvando quasi tutta la sostanza. E ancora, se vogliamo proprio essere ottimisti, nella nuova bozza l'accenno alla sistematica pubblicazione telematica degli atti e delle decisioni del partito ha qualche parentela con la nostra proposta di Sistema per la Partecipazione. Ma ho forte il sospetto che, letteralmente, ci sia un problema di radicale incomunicabilità fra noi che abbiamo una certa idea della partecipazione in rete e fuori, e quell'altro modo di vedere la politica. Non mi ci riesco a rassegnare, perché io stesso vengo da quel modo, in quanto militante di vecchissima data. Se io mi sono trasformato, se ho inseguito queste nuove chimere, perché diavolo altri nelle mie condizioni, e magari con capacità politiche ben maggiori delle mie, non ci riescono? Possibile che l'inerzia dei sistemi e delle mentalità sia così forte? Per quel che conta, comunque, da queste parti si continuerà a premere perché quelle nostre proposte diventino, in un modo o nell'altro, realtà.
  • Finanziaria e pacchetto welfare sono passati. Il modo con cui la cosa viene comunicata dai giornali è spaventoso. L'accento è sostanzialmente tutto sul fatto, giudicato ignobile, che questi provvedimenti siano passati tramite voto di fiducia, o sul fatto che comunque, come titola Repubblica, la maggioranza "si sfarina". Ora, non è che finanziaria e pacchetto welfare siano perfetti - io ad esempio avrei voluto ben altro investimento sul vero problema dei nostri tempi, l'unico davvero urgente, la gestione dell'energia e del cambiamento climatico. Però siamo alle solite: tutta l'informazione mette sistematicamente in evidenza solo la forma, addossando per di più la colpa delle fiducie ripetute al governo e non ad un sistema parlamentare bicamerale folle e a un'opposizione ovviamente violentemente ostruzionista (e non voglio nemmeno ricordare la tentata campagna acquisiti di senatori...). Sul merito dei provvedimenti, striminzite tabelline esplicative nelle pagine interne. Se il cavalier Banana avesse avuto lui il governo, il Paese sarebbe invaso di cartelloni 6x9 sull'abolizione dell'ICI, e i telegiornali sarebbero invasi di trionfali interviste e servizi sul concreto aiuto dato ai più deboli.

sfoglia     marzo       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Educazione civica
Le BeDe!
Cultura d'impresa?
Libri
Heimat e..
Europa
Tecniche
Sommari
Sion
Marx
Politiche
IX Municipio
Pillole

VAI A VEDERE

iMille, il blog dove scrivo le cose migliori
Musica e Memoria
Coordinamento Roma Ciclabile
Movimentofisso
Sul 77
Per non dimenticare
La mia sezione PD!
TSF Jazz Francia
Amici di Radio 3
Una comunità dell'Ulivo
Vecchie cose: Un isolato da 1,5Kw
Vecchie cose: manutenzione ambientale
Vecchie cose: Wikimille
Vecchie cose: Emenda il Manifesto del PD



Questo blog è on line dal 26 agosto 2004

Credits per la testatina: Vittorio Giardino, Igort, Lorenzo Mattotti


SE VUOI SCRIVERMI:
truffi.pd9[at]gmail.com


In lettura in questi giorni:
Dalla mia libreria:


Qualche pensiero a cui tengo:
Il consenso e le tasse
La politica della coda lunga
Lizzy
Fiaccole
Sion
Jazz o barocco?
Prioritarie 2006
Niente per amore

Orgoglio di padre 2
Titoli, sottotitoli e articoli
Zio Guido
Israele a Londra>
Orgoglio di padre

Licenza Creative Commons
I testi del blog sono sotto una Licenza Creative Commons
.

CERCA