.
Annunci online

corradoinblog
appunti sicuramente utili a me, a volte anche agli altri,


Home


31 maggio 2011

Non serve commentare

Vedo che la maggior parte dei blog che leggo nemmeno commentano la sberla al centrodestra, tanto siamo semplicemente felici. Ci sarà tempo. Segnalo solo che rapidamente riappariranno i rosiconi di estrema sinistra ed estrema destra (quelli che, da un lato e dall'altro, devono trovare comunque il modo di dire che in ogni caso il PD ha perso, e che magari le primarie le abbiamo fatte per suicidarci meglio....).
Intanto, consiglio vivamente a tutti i dubbiosi e gli schizzinosi la lettura di questo magistrale pezzo in difesa del votare il meno peggio, scritto da un lucidissimo Francesco Costa.
E, per concludere in bellezza, la sintesi di Gramellini.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Elezioni

permalink | inviato da corradoinblog il 31/5/2011 alle 10:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 maggio 2011

I problemi europei e i falsari italiani dell'economia

L'Europa non sta affatto bene. Non sta bene in termini di politiche economiche condivise, non sta bene perché continua ostinatamente a perseguire l'assurda politica dei tagli e dell'attacco al modello sociale europeo come se questa potesse essere una soluzione che porta alla crescita. Non sta bene perché le buone performance della Germania, di cui tutti possiamo essere magari contenti o invidiosi, sono in buona misura sostenute da uno scambio ineguale con i paesi più deboli dell'area Euro. Non sta bene perché popolazioni sempre più impaurite e governi di destra sempre più pavidi tendono a rinchiudersi nel proprio orticello, sperando così di difendersi dal resto del mondo che avanza.
Nel frattempo, in Italia quel vero e proprio falsario dell'Economia che è Tremonti si permette di attaccare - in modo perfino patetico - l'Istat e i suoi studi. Continuando nella perniciosa linea del negare l'evidenza di una crisi che qui da noi è la versione aggravata della generale crisi di futuro che attanaglia l'Europa.
Di tutto questo, in vario modo, si è parlato in questo periodo sul magazine de iMille e altrove. Per chi vuole approfondire, consiglio queste letture:


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. europa istat tremonti imille italiafutura

permalink | inviato da corradoinblog il 26/5/2011 alle 10:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


22 maggio 2011

Profezie che si autadempiono

Funziona così: l'agenzia di rating di turno abbassa l'outlook di un paese a scelta (questa volta è toccato all'Italia). Quindi gli investitori chiedono interessi maggiori come premio per il rischio paese. Quindi il paese vede aumentare il proprio debito a parità di altre condizioni, perché deve pagare più interesse. Quindi la sua situazione economica peggiora. Quindi la profezia si dimostra vera.

(non sto difendendo Tremonti, non sto dicendo che l'Italia non ha un problema di debito pubblico e di bassa crescita. Sto dicendo che le agenzie di rating sono troppo potenti e al tempo stesso troppo screditate. Sto dicendo che non possiamo continuare a sperare di risolvere i problemi di crescita tagliando la spesa, perché non si è mai visto un mondo che cresce tagliando, perché tutte le teorie di spiazzamento fra spesa pubblica e spesa privata restano false e indimostrate. E sto dicendo che queste profezie che si autoadempiono sono un orrendo meccansimo nel quale gli speculatori guadagnano, i conflitti di interesse proliferano, e la decisione politica degli stati, o dell'Europa, non conta nulla).


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. S&P Rating Economia Debito

permalink | inviato da corradoinblog il 22/5/2011 alle 14:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


20 maggio 2011

La Puerta del Sol


Abbiamo un problema con la democrazia. Abbiamo un problema con il voto. Chi non può votare liberamente chiede di farlo, come si è visto e si vede in Tunisia, in Egitto, in Siria e altrove. Chi può votare contesta il senso stesso del voto, sostenendo che in ogni caso chi sarà eletto non ci rappresenta. È il cuore della protesta spagnola di questi giorni: se il tuo voto non conta niente, non votarli. È il segnale dato dai voti al MoVmento 5 stelle: un voto che si auto dichiara inutile in quanto volutamente fuori dal gioco.

Sarebbe bene che i partiti della sinistra riformista in Europa (e a maggior ragione qui da noi in Italia) si facessero qualche domanda sul futuro e sul senso della democrazia. Il grado zero della democrazia è certamente il diritto di voto. Ma una vera democrazia non è affatto votare ogni 5 anni per valutare l’operato di chi hai eletto. È partecipazione e deliberazione e verifica e confronto durante quei cinque anni. È intreccio fra democrazia deliberativa da un lato, e delega agli amministratori dall’altro. In una società afflitta dalla corruzione e dal precipitare della credibilità di tutti i politici agli occhi delle persone, offrire trasparenza e vera partecipazione è più importante che avere un magnifico programma di cose da fare o un leader affabulatore.


19 maggio 2011

Rieccomi

E' da prima di Pasqua che non aggiorno questo blog. Nel frattempo ho scritto due pezzi importanti sulla solita questione dell'energia, in compagnia di Filippo. Li trovate su iMille e su ilPost.

Ho avuto da fare.
E in genere, mi sembra meglio scrivere quando si hanno cose almeno un po' nuove da dire.
Comunque, il blog non chiude, per la felicità dei miei 25 lettori.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Blog

permalink | inviato da corradoinblog il 19/5/2011 alle 23:0 | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        giugno
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Educazione civica
Le BeDe!
Cultura d'impresa?
Libri
Heimat e..
Europa
Tecniche
Sommari
Sion
Marx
Politiche
IX Municipio
Pillole

VAI A VEDERE

iMille, il blog dove scrivo le cose migliori
Musica e Memoria
Coordinamento Roma Ciclabile
Movimentofisso
Sul 77
Per non dimenticare
La mia sezione PD!
TSF Jazz Francia
Amici di Radio 3
Una comunità dell'Ulivo
Vecchie cose: Un isolato da 1,5Kw
Vecchie cose: manutenzione ambientale
Vecchie cose: Wikimille
Vecchie cose: Emenda il Manifesto del PD



Questo blog è on line dal 26 agosto 2004

Credits per la testatina: Vittorio Giardino, Igort, Lorenzo Mattotti


SE VUOI SCRIVERMI:
truffi.pd9[at]gmail.com


In lettura in questi giorni:
Dalla mia libreria:


Qualche pensiero a cui tengo:
Il consenso e le tasse
La politica della coda lunga
Lizzy
Fiaccole
Sion
Jazz o barocco?
Prioritarie 2006
Niente per amore

Orgoglio di padre 2
Titoli, sottotitoli e articoli
Zio Guido
Israele a Londra>
Orgoglio di padre

Licenza Creative Commons
I testi del blog sono sotto una Licenza Creative Commons
.

CERCA