Blog: http://corradoinblog.ilcannocchiale.it

Duel

I camionisti, a differenza dei tassisti, hanno un certo consenso popolare. Perché li immagini affaticati e sudati, perché sai che fanno un lavoraccio. Perché sono più fotogenici e magari perché fanno un po' paura e ti ricordi Duel.
Ma sopratutto perché la loro richiesta principale, la riduzione del prezzo del gasolio, sembra a moltissimi una cosa buona e giusta. Perché l'idea che si debba sterilizzare l'IVA sulla benzina, e ridurre le accise, sta diventando senso comune. Perché si dice e si ripete che se costa di più il trasporto, costeranno di più tutte le merci e ci sarà più inflazione.
Insomma, sembra che protestando aiutino anche noi.
*****
La serrata, il blocco stradale, l'inciviltà del potere di interdizione di una categoria potente, sulle prime, mi hanno fatto pensare che il governo dovesse usare la mano dura, durissima. Sostanzialmente, lo ha fatto, con la precettazione da questa notte. Probabilmente ha fatto bene, perché davvero di categorie che ricattano il paese intero, non se ne può più.
Però, forse sarebbe meglio - una specie di dramma pedagogico - che finisse male, che i camionisti rifiutassero davvero di farsi precettare, passassero alle maniere forti, e che in tutta Italia per qualche giorno non si trovasse più un goccio di benzina, e poche merci, e fabbriche ferme e negozi vuoti.
*****
Forse allora qualcuno si farebbe le giuste domande:
*****
Ma siamo un paese specializzato a rimandare le soluzioni serie e trovare tamponi e garze per continuare a chiudere piaghe che si riapriranno. E così temo che la ragion di stato e la forza della corporazione porterà al solito "ragionevole compromesso", e resteremo ancora l'unico paese europeo che trasporta l'85% delle merci su gomma. Almeno fino a che, finalmente, di gasolio non se ne troverà più, e punto.
*****
Sul dettaglio della faccenda, leggetevi cosa dice Pietro Cambi, con il quale concordo al 100%.

Pubblicato il 11/12/2007 alle 22.57 nella rubrica Educazione civica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web