Blog: http://corradoinblog.ilcannocchiale.it

Lo spirito del tempo

Lo spirito del tempo è espresso perfettamente dalla contorta motivazione con cui la Corte di Cassazione ha cassato una sentenza per razzismo contro il sindaco di Verona Tosi: 
"la frase anzidetta non esprimeva alcuna idea di superiorità o almeno non superiorità fondata sulla semplice diversità etnica, ma manifestava solo un'idea di avversione non determinata dalla qualità di zingari delle persone discriminate ma dal fatto che tutti gli zingari erano ladri ".

Quindi, per la Cassazione credere che tutti gli zingari siano ladri non è segno di razzismo.
Proviamo a sostituire:
tutti gli zingari sono ladri
tutti gli ebrei sono ricchi
tutti gli italiani sono mafiosi
.....

La somiglianza di questo spirito del tempo con quello del razzismo novecentesco è purtroppo impressionante. Il meccanismo è sempre quello eterno del capro espiatorio. Si trova un gruppo colpevole (gli ebrei, gli zingari, gli stranieri, chi volete voi...), si dirige la paura pubblica verso di loro, poi li si usa per far finta di risolvere i problemi e soddisfare la voglia di vendetta di persone sempre più frustrate dalla loro vita quotidiana.

E tanto per chiarire. A quelli che saranno subito proti a contestarmi che comunque c'è davvero un problema di legalità, che davvero molti zingari delinquono, e che quel che è peggio usano i bimbi per farlo, dico che ovviamente sono d'accordo.

Ma per quale motivo io e quelli che la pensano come me dobbiamo sempre essere accusati di sociologismo, di giustificazionismo quando "difendiamo" i rom e le varie minoranze, mentre quelli che giustificano sistematicamente ogni comportamento razzista dei politici o dei miei compatrioti richiamando la realtà o la percezione dell'insicurezza, non devono mai essere accusati di un giustificazionismo uguale e contrario?

Pubblicato il 30/6/2008 alle 10.49 nella rubrica Educazione civica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web