Blog: http://corradoinblog.ilcannocchiale.it

La moralità delle tasse

Il cuore del problema, la differenza fra destra e sinistra, è sempre più semplice da trovare.
Quest'anno, a giudicare dal ritorno di B. all'idea delle due sole aliquote sul reddito, troverà il suo tragico compimento l'offensiva della destra per abolire sostanzialmente la già scarsissima progressività del nostro scassato sistema fiscale.
Mi piacerebbe sentire, dai leader del mio partito, qualcosa di diverso da quanto traspare da questo ambiguo manifesto. Invece di accusare B. di non aver rispettato il suo programma di ridurre le tasse, preferirei sentir dire, molto più direttamente e semplicemente che:
  • ridurre le tasse non è giusto, perché le tasse sono il fondamento del patto sociale che tiene assieme una nazione civile, e inoltre le tasse sono servizi
  • la tassazione deve essere progressiva - ben più di quanto oggi non sia in Italia, per i noti effetti dell'immensa evasione fiscale dei ricchi -, sia sul reddito che sulla ricchezza (ah, l'odiata patrimoniale...): la progressività dell'imposizione è il modo migliore per effettuare una giusta redistribuzione del reddito, e la redistribuzione del reddito è la migliore assicurazione contro le crisi economiche...
  • mentre Obama prova a uscire dalla crisi tassando di più i supericchi e aiutando i redditi bassi, per finanziare nuovi servizi, qui da noi si pretende di seguire con pervicacia ricette passate di moda perfino nelle altre destre europee
Ma, già dall'epoca di Veltroni segretario, il PD si è dimostrato sistematicamente timido in materia di tassazione. Lo so, è difficile affrontare questo discorso in un Paese nel quale il circo mediatico ha impallinato Padoa Schioppa per la famosa (e giustissima) affermazione "le tasse sono bellissime". E tuttavia, se si continua ad accettare come inevitabile l'opinione dominante anti tasse, si resterà sempre perdenti, in difesa, e con argomenti deboli ed inutili. O si ha il coraggio di battere la lingua dove il dente duole, di fare vera battaglia culturale su Stato, tasse e welfare, o si resta impigliati in un piccolo cabotaggio pseudoriformista nel quale B. e i suoi sodali vinceranno sempre.


Pubblicato il 9/1/2010 alle 23.4 nella rubrica Politiche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web