Blog: http://corradoinblog.ilcannocchiale.it

Gagarin



Oggi gli argomenti non mancherebbero. Ad esempio ci sarebbe da urlare una depressa indignazione per la squallida figura di Maroni in Europa.
Tuttavia, lasciatemi dedicare qualche parola a Gagarin e al vecchio sogno della conquista dello spazio. Io, nato nell'anno dello Sputnik, non ricordo il viaggio, quando avevo solo quattro anni. ma sono cresciuto col poster di Gagarin appeso nella stanza, quel poster che tuttora fa bella mostra di se nella mia casetta di montagna.

Il fatto è che quelle storie di conquista e progresso, americane o russe che fossero, erano storie di speranza. Con il mio amichetto di famiglia democristiana o peggio (che infatti sarebbe diventato, da grande, un militante neofascista...) litigavamo su chi era meglio, fra Soyuz e Apollo. Ma non sul fatto che là, nello spazio, fosse giusto e perfino urgente andare.

Ha ragione questo buffo commento a un post de ilPost. Invidiateci per quel che abbiamo potuto sperare.

Pubblicato il 12/4/2011 alle 13.22 nella rubrica Tecniche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web