Blog: http://corradoinblog.ilcannocchiale.it

Sei mesi o quattro anni



La posta certificata ha fatto il suo effetto e, dopo qualche giorno, il Comune ha risposto alla mia richiesta di informazioni sul PGTU, di cui avevo parlato qui. Potete leggere sotto la risposta, corretta e gentile, dalla quale si capiscono alcune cose fondamentali:

·        Il Piano Generale del Traffico Urbano è agli inizi del suo percorso, e i piani di dettaglio non ci sono ancora.

·        Dopo la consultazione dei Municipi, il percorso proseguirà ancora a lungo (per quanto non mi è chiaro) fino all’approvazione del piano con i suoi documenti di dettaglio.

·        Il piano è, dichiaratamente, “uno strumento di mero indirizzo”, quindi presumo non saranno inclusi nel piano strumenti attuativi e quadro delle risorse.

Nel frattempo, come previsto, il 31 gennaio il piano è stato presentato e i giornali hanno parlato del futuribile centro di Roma tutto elettrico e pedonale immaginato da Marino.Salvo tornare sulla terra il giorno dopo, causa nubifragio e duro scontro con la realtà.

In realtà, nel piano alcuni impegni temporali ci sono, anche se vaghi: 20% di trasporto pubblico in più in 4 anni, ad esempio. Però noi cittadini comuni, dopo anni di attesa e con una situazione ormai disperante, vorremmo avere qualche informazione e qualche certezza in più. Un piano quadriennale suona come l’ennesimo sogno. Vedessimo qualche piccola realizzazione entro sei mesi, magari potremmo credere anche ai passi successivi.


 

Pubblicato il 2/2/2014 alle 17.43 nella rubrica Educazione civica.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web