Blog: http://corradoinblog.ilcannocchiale.it

Social software?

Presto proverò ad approfondire, anche perché vorrei suggerire qualcosa al gruppo di coraggiosi tecnomaniaci che stanno organizzando la UnConf. Intanto riporto qui qualche osservazione fatta discutendo con un amico su writeboardwritely e ning.
Ho visto writeboard, che mi sembra un notepad su web. Che è cosa diversa da un elaboratore di testi su web, come writely, che trovo molto efficace e interessante per la collaborazione in rete.

Per quanto riguarda ning, ho fatto un giretto e non ci ho capito molto. Però, a occhio e croce, mi ha ricordato ciò che mi diceva tanto tanto tempo fa mio fratello, quando lavorava alla Digital: loro avevano una rete mondiale sulla quale c'erano servizi auto ailimentati dal personale Digital, con elenchi di ristoranti preferiti, dischi da cercare e scambiare e così via. Immagino fosse tutti telnet o simili, ma il senso era lo stesso.

Credo che oggi l'interesse di cose del genere sia in realtà per nulla social ma piuttosto business (almeno in prospettiva - leggi
qui e qui - ). Infatti basta immaginare cosa si può fare interrogando con applicazioni di datamining il libero fluire delle preferenze delle persone memorizzate su piattaforme tipo ning: studiare comportamenti, orientare campagne pubblicitarie su web e altrove, modificare prodotti...

Mi sembra comunque meglio del modello broadcast televisivo, perché comunque costringe i pubblicitari e la produzione a leggere i segnali reali dei gusti dei consumatori, invece di imporre.

Pubblicato il 10/10/2005 alle 22.6 nella rubrica Tecniche.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web